xxx

PRE-INFORMAZIONE: BANDO MISURA 6.4.1 LETT.E – “SUPPORTO AGLI INVESTIMENTI PER LA CREAZIONE E LO SVILUPPO DI ATTIVITÀ EXTRA-AGRICOLE”

La categoria

07/06/2020

PRE-INFORMAZIONE: BANDO MISURA 6.4.1 LETT.E – “SUPPORTO AGLI INVESTIMENTI PER LA CREAZIONE E LO SVILUPPO DI ATTIVITÀ EXTRA-AGRICOLE”

Il bando in preinformazione ha come obiettivo il sostegno agli investimenti per la creazione e lo sviluppo di attività extra-agricole, favorendo sia la creazione di nuovi posti di lavoro che la erogazione di servizi finalizzati al miglioramento della qualità della vita delle comunità locali nei territori rurali.

1. OBIETTIVI DEL BANDO

Si intendono sostenere le attività rivolte al completamento di filiere locali e alla valorizzazione delle specificità culturali e enogastronomiche connesse alle produzioni agricole e alimentari di qualità, il rafforzamento dell’offerta turistica con strutture di accoglienza e servizi.

Per ciò che riguarda i servizi, si intende promuovere la diffusione di attività destinate ad incrementare il livello e la qualità della trasformazione di prodotti artigianali legati alla tipicità e alle tradizioni del territorio di servizi per le comunità delle aree rurali, servizi informativi e dell’accoglienza.

L’operazione assume un ruolo centrale nell’ambito degli interventi volti a contrastare lo spopolamento dei territori rurali e le iniziative favoriranno infatti la creazione di nuovi posti di lavoro, il consolidamento dell’occupazione (favorendo anche l'ingresso di donne e giovani nel mercato del lavoro) e il mantenimento della popolazione rurale attiva.

2. DESCRIZIONE E FINALITÀ

La misura sostiene gli investimenti che promuovono la diversificazione dell’economia rurale, attraverso:

a) la promozione di attività che si integrano a “valle” con il consumo e la vendita dei prodotti agricoli di qualità, attraverso il rafforzamento del turismo rurale ed i servizi di ristorazione che utilizzano prodotti biologici, produzioni certificate e prodotti della montagna;

b) la trasformazione, la commercializzazione e la vendita di lavorati ottenuti dall’utilizzo di prodotti agricoli e prodotti silvicoli che hanno quale output finale prodotti non inseriti nell’Allegato I del Trattato;

c) creazione di laboratori, fabbriche, locali e strutture per attività di produzione e/o trasformazione di merci e materiali non agricoli;

d) sviluppo dell’artigianato e delle attività artigianali;

e) attività ITC, attività elettroniche computer-based e di e-commerce.

3. BENEFICIARI:

Sono ammessi a presentare domanda per ottenere il sostegno:

1. gli agricoltori (imprenditori agricoli) ed i coadiuvanti familiari, che diversificano la loro attività attraverso l’avvio di attività extra-agricola;

2. le persone fisiche che intendono avviare un’impresa agricola

3. le microimprese e le piccole imprese.

4. COSTI AMMISSIBILI

I costi ammissibili sono i seguenti:

a) costruzione, ristrutturazione, recupero, riqualificazione e adeguamento di beni immobili strettamente necessari allo svolgimento delle attività, e delle altre attività previste per le imprese extra-agricole;

b) acquisto o leasing di nuovi macchinari e attrezzature fino a copertura del valore di mercato del bene;

c) spese generali collegate agli investimenti di cui alle lettere a) e b)

e) interventi per la realizzazione di prodotti artigianali ed industriali

f) interventi per la creazione e lo sviluppo di servizi turistici, artigianali, ricreativi, commerciali e per l’integrazione sociale in genere, servizi di manutenzione ambientale e per la fruizione di aree naturali quali Natura 2000, Parchi o Riserve;

g) interventi finalizzati alla creazione e allo sviluppo di attività in grado di fornire servizi importanti per le popolazioni e alle imprese, come quelli del settore dell’accoglienza;

h) interventi nel campo dei servizi di guida ed informazione finalizzati alla fruibilità di musei e beni culturali;

i) spese finalizzate a garantire la visibilità delle opere realizzate, con attività informative e pubblicitarie

5. IMPORTI AMMISSIBILI E PERCENTUALI DI AIUTO

L’aiuto sarà concesso in regime “de minimis” - Regolamento (UE) 1407/2013 nella misura percentuale del 50% sulle spese ammissibili sostenute.

L’importo massimo ammissibile per ogni investimento è pari ad euro 100.000,00.

SCARICA BANDO E ALLEGATI.

indietro

torna all'inizio del contenuto